Radioattività nelle acque destinate al consumo umano

Il laboratorio SIGRA srl è accreditato ACCREDIA (Ente Italiano di Accreditamento) con il numero 0995 come Laboratorio di prova operante in conformità alla Norma UNI CEI EN ISO/IEC17025:2018.

Tra le tante prove accreditate segnaliamo con orgoglio il riconoscimento alla SIGRA Srl effettuare determinazioni di Radionuclidi nelle acque ad uso umano ed in particolare di quelli richiesti dal D Lgs. n.28/2016: Attività del Radon, Dose indicativa e Attività del Trizio.

 

Il D.lgs. n.28/2016

Il Decreto Legislativo 15 febbraio 2016, n. 28, attuativo in Italia della direttiva 2013/51/EURATOM del Consiglio, del 22 ottobre 2013 in materia di sostanze radioattive presenti nelle acque destinate al consumo umano. Il D.lgs. n.28/2016, in vigore dal 22 marzo 2016, stabilisce i requisiti per la tutela della salute della popolazione indica i principi e disciplina le modalità del controllo delle sostanze radioattive mediante parametri indicatori, nonché i relativi valori di parametro.

 

Applicazione del decreto

All’articolo 2 riporta anche le definizioni di riferimento, in particolare quello di «acque destinate al consumo umano» oggetto di applicazione del decreto. Per esse intendendosi:

  1. tutte le acque trattate o non trattate, destinate ad uso potabile, per la preparazione o la cottura di cibi e bevande, o per altri usi domestici, a prescindere dalla loro origine, siano esse fornite tramite una rete di distribuzione, mediante cisterne, in bottiglie o altri contenitori;
  2. tutte le acque utilizzate in un’impresa alimentare per la fabbricazione, il trattamento, la conservazione o l’immissione sul mercato di prodotti o sostanze destinati al consumo umano.

Pertanto, l'ottemperanza è obbligatoria ed è a carico delle società che eserciscono reti di distribuzione di acque potabili o impiegano acque destinate a consumo umano (es. pastifici, acquedotti, acque minerali, ecc.)

 

Controllo da effettuarsi

All’articolo 4 si indicano gli obblighi a carico degli enti locali: le regioni e le province autonome, avvalendosi delle aziende sanitarie locali ovvero di altri enti pubblici competenti a svolgere controlli sulla salubrità delle acque e sugli alimenti e bevande per scopi di tutela della salute pubblica individuati da leggi regionali e dell’ ARPA, assicureranno il controllo delle sostanze radioattive nelle acque destinate al consumo umano, finalizzato alla verifica del rispetto dei valori di parametro di cui all’articolo 5, attraverso l’elaborazione e la messa in atto di un programma di controllo.

I gestori sono tenuti ad effettuare controlli sulle acque destinate al consumo umano, definiti «controlli interni» (autocontrollo mediante azienda che non coincida con gli organi di controllo), finalizzati a garantire che l'acqua destinata al consumo umano distribuita, utilizzata, fornita, o confezionata per la distribuzione, sia conforme ai requisiti fissati dal presente decreto. I controlli interni fanno parte dell'analisi e gestione del rischio, che è effettuata secondo le indicazioni e le tempistiche contenute nel decreto.

SIGRA srl può garantire i servizi di campionamento, misura, analisi e certificazione necessari per il recepimento e l’ottemperanza della Legge.